Tutti appena acquistiamo un nuovo drone, magari è proprio la prima volta che ne pilotiamo uno , abbiamo paura che qualcosa vada storto. Soprattutto nella fase di decollo o atterraggio. Bene in questa semplice guida ti mostrerò come decollare con il tuo drone senza avere PROBLEMI.

Come Decollare !
Come Decollare !

COME DECOLLARE IN MODO CORRETTO

Partendo dal drone più economico al più costoso, il pallino che dobbiamo avere fisso in testa per decollare senza problemi è la SICUREZZA. Per prima cosa bisogna sempre accertarsi che non ci siano ostacoli sia aerei che terreni, che possano intromettersi durante questa fase delicata.

Come Decollare !
Controllare sempre gli ostacoli

Visto che basta un semplice tocco ad una sola elica del nostro drone per causare spiacevoli conseguenze. Specialmente in presenza di spettatori che non sono sotto il nostro diretto controllo (passanti curiosi).

Come Decollare !
Terreno non APPROPIATO

Quindi bisogna accertarsi che non passi nessuno sia mentre decolliamo siamo mentre atterriamo. Ci sono altri 2 fattori che dobbiamo tenere in considerazione, i livellamento della superficie da cui andiamo a decollare. E un fattore che è soggettivo, ovvero la manualità che ogni uno di noi percepisce in modo diverso.

SUPERFICIE DI DECOLLO/ATTERRAGGIO

L’aerea di decollo e atterraggio deve essere il più pianeggiante possibile, visto che il nostro drone avendo in linea di massima 4 motori, mentre si appresta a decollare, spinge con questi ultimi con uguale potenza.

In aggiunta facendo partire il drone da una superficie con un grado di inclinazione troppo elevato c’è il forte rischio che una delle coppie di eliche (Frontali o posteriori) impatti subito il terreno.

Inoltre nei primi 30 secondi dopo l’accensione, il drone stesso effettua un controllo dei sensori che ha a bordo. Nella maggior parte dei casi se è troppo “inclinato“, l’applicazione potrebbe con molta probabilità segnalarvi delle problematiche e non vi farà decollare.

Landing Pad
Landing Pad

Ultimo aspetto da tenere in considerazione è la superficie da cui decolliamo, infatti sono sconsigliatissime superfici metalliche come il tettino dell’auto o tavolini di ferro. Questo perché potrebbero disturbare la bussola e in fase di decollo far iniziare a roteare il muso del nostro drone.

Superfici particolari, come un terreno ricco di sassi è sconsigliato visto che in fase di decollo lo spostamento d’aria generato potrebbe far schizzare i sassi più piccoli verso l’esterno e colpire qualcosa o qualcuno.

Oppure come nel caso dei droni portatili come il DJI MINI 2 per esempio che è molto vicino al terreno, in fase di decollo le eliche potrebbero impattare con i sassi sottostanti.

SOLUZIONI PER DECOLLARE

Qui di seguito alcuni soluzioni che possono aiutare a ridurre al minimo il rischio di fallimento nelle fasi di decollo e atterraggio:

  • LANDING PAD: è una vera e propria base in tela con una struttura in alluminio. In genere è di forma circolare e ne esistono di vari diametri e va acquista in base alla dimensione del drone. Ricorda la base di atterraggio presente sopra i tetti degli ospedali. Non risolve il problema della pendenza, ma sicuramente quello delle superfici particolari come terreni sabbiosi, sassosi o in presenza di erba alta.
  • LO POTETE ACQUISTARE CLICCANDO QUI

IN QUESTO VIDEO (VECCHIO) QUI SOTTO VI PARLO DEL LANDING PAD

  • DECOLLO DALLA MANO: ATTENZIONE questa pratica è consigliata solo ai piloti più esperti, visto che è molto pericolosa, ed è esclusiva dei droni “portatili” come tutti i droni della DJI serie MAVIC (MINI 1/2 – AIR 1/2 PRO/PRO 2 ecc..)

IN QUESTO SECONDO VIDEO TUTORIAL SU COME DECOLLARE DALLA MANO

Spero vivamente che questo TUTORIAL vi sia stato utile, se volete vedere i prossimi in uscita, potete mettere il MIO BLOG tra i preferiti. In aggiunta potete iscrivervi al CANALE YOUTUBE collegato al BLOG.

Available for Amazon Prime